Quanto è importante la qualità dei materiali che indossiamo quotidianamente? In questo articolo vogliamo svelarvi alcuni segreti sui karategi che indossate ogni giorno, sui i tessuti in cui vengono realizzati e sui loro processi di lavorazione. E' un argomento di grande fascino, che riguarda tutti e che vi porterà a scoprire tante cose nuove sul karategi e a saper scegliere quello che è il meglio per voi. 

 

Salute

BEGINNERSPer quanto riguarda i karategi, conoscere come sono fatti, è una tematica fondamentale in quanto a diretto contatto con la pelle in uno stato in cui si surriscalda, trasuda e traspira termoregolandosi.

Avviene quindi uno scambio fra questi due lementi, pelle e tessuto, in cui la pelle rilascia calore e umidità e riceve a seconda della composizione e lavorazione, più o meno naturale dei tessuti, benefici e utilità o rischi.

Ko Italia è l'unico produttore artigianale di karategi in Italia, riteniamo l'unico in Europa. Affinchè si possa parlare di  made-in-Italy, si intende che anche i tessuti utilizzati siano di origine italiana.

Abbiamo sempre dato moltissima importanza alla ricerca dei tessuti, dalle tele di cotone più forti ai nuovi tessuti più innovativi e leggeri.

La scelta va, dai primi anni 80, a quelli noti per essere i filati più famosi e pregiati del mondo, quelli delle tessiture di Milano. Nascono proprio quì i panama, i gabardine, i drill e le microfibre di cui sono fatti tutti i modelli di karategi che potete scegliere dal catalogo KO Italia.

Tornando quindi all'importanza dell'origine di un tessuto, va segnalato che l'origine italiana garantisce uno standard legale e di qualità, per il quale non possano essere utilizzate sostanze tossiche per i processi di sbiancamento, di sanforizzazione, di smerigliatura o di apprettamento. Questo garantisce che nello scambio fra i due elementi, pelle-tessuto, non vi sia mai rilascio di sostanze nocive all'organismo.

Questo concetto diventa di basilare importanze per la produzione dei karategi da bambini la cui pelle è più sensibile. Anche piccolissime percentuali di sostanze chimiche, che semplificherebbero i processi e abbatterebbero di moltissimo i costi,  in molti paesi extraeuropei consentite dalla legge, potrebbero non solo creare irritazioni superficiali ma penetrare in profondità proprio attaverso il meccanismo naturale di raffreddamento della pelle. 

Quando vi ponete davanti alla scelta di un karategi per bambini e ragazzi, non soffermatevi sul prezzo, anzi fatelo e chiedetevi a cosa possa essere dovuta la differenza. 

Scelte Consapevoli

Gli stessi standard di legge europei, garantiscono anche che i tessuti from Milan, vengano filati in aziende in cui vigono leggi che tutelano i diritti dei lavoratori in termini di sicurezza, di salari garantiti e di rispetto di tutte le regole. Anche questo è un tema che ci deve far riflettere sulle differenze di prezzo dei prodotti che acquistiamo, sempre, non solo per i karategi.

Dobbiamo domandarci come potrebbe mai, un prodotto fatto artigianalmente in italia, con materie prime italiane, da lavoratori con contratti collettivi dello Stato italiano, costare come un prodotto importato dall'est e poi commercializzato in Europa?

Soprattutto in questa nuova epoca segnata per sempre dalla tragedia covid, siamo tutti chiamati ad essere responsabili e consapevoli. Agevolare le aziende italiane, attraverso le nostre scelte, significa sostenere i lavoratori delle aziende italiane. Significa contribuire al circolo virtuso a sostegno delle famiglie italiane, quelle che poi spendono nei nostri negozi, nelle nostre palestre, nei nostri ristoranti, agenzie, centri estetici, etc etc E' arrivato il momento di aprire gli occhi e di capire che ad un piccolo apparente risparmio corrisponde un fallimento umano. Non possiamo protestare per i nostri diritti calpestati se per primi non capiamo che sono proprio le nostre scelte a determinare i cambiamenti.

Infine non si può non considerare che le imprese italiane, soprattutto quelle piccole e medie, sono da sempre, oltre che vanto, vero motore economico dell'Italia attraverso un  sistema di tassazione altissimo e costante. 

Ecologia

Negli standard di produzione e lavorazione delle materie prime e dei prodotti, europei e quindi italiani, rientrano anche una serie di requisiti da mantere sull'impatto che hanno sull'ambiente, le sostanze utilizzate, l'enegia utilizzata per le lavorazioni e lo smaltimento dei rifiuti. Questa è un tema di grande attualità, cui noi cittadini del mondo moderno, non possiamo più voltare la faccia.

Sport è benessere e salute e ogni sportivo non può prescindere da queste considerazioni che devono far parte della filosofia di vita di ognuno di noi. Ignorare quanto i processi produttivi non controllati, possano inquinare la Terra non è più possibile. La salute passa anche questa volta attraverso le scelte consapevoli, della vita di tutti i giorni e anche nell'acquisto di prodotti di cui si conosce per certo tutta la filiera produttiva, garantita in ogni suo passaggio nel rispetto delle leggi e dell'ambiente.

Inoltre, un prodotto in fibre a grande percentuale naturali, lavorato con processi non chimici, che vi elencheremo sotto, diventerà biodegradabile in un perfetto ciclo di economia circolare.

Lasciare un mondo migliore ai nostri figli, un mondo che non si ribelli alle violenze dell'uomo, passa anche attraverso la scelta di ciò che volgiamo indossare! 

Resistenza: la magia del tessuto doppio ritorto

1EDF8004 ridottoVogliamo adesso raccontarvi alcune caratteristiche dei nostri tessuti perchè vi incuriosiscano e vi aiutino a scegliere quello che più vi piace.

Le nostre tele di tessuti per i karategi da kata, quelli da allenamento dalla taglia bambino all'adulto, e quelle dei modelli da kumite Agonista, vengono progettate partendo, dalla trama più idonea e dal titolo del filato che è il rapporto fra il peso e il numero dei fili per centimetro quadrato. Tutte queste caratteristiche definiscono il tessuto ideale, partendo da una base di altissima percentuale di cotone naturale 100%. 

Il cotone è una fibra di origine naturale straordinaria che ha la capacità di ricevere l'umidità che proviene dal corpo in allenamento, di filtrarla e di restituire aria pura ai pori. Pensate che un buon cotone può arrivare a trattenere il doppio del suo peso in umidità e rilasciarlo gradualmente nel tempo. Non vi sembra straordinario? La natura ha già in sè tutte le soluzioni alle nostre necessità. Non per nulla è, e resta, il tessuto naturale per eccellenza.

Vogliamo spiegarvi infine perchè i karategi professionali da kata e kumite Ko Italia sono indistruttibili, come ci testimoniate voi stessi con le vostre fotografie storiche e recensioni di gradimento.

Perchè il nostro tessuto fatto a Milano, si definisce doppio ritorto. Cosa vuol dire? E' una particolarissima lavorazione che parte da una fibra selezionata pregiata, in cui ogni filo viene spaccato in due parti e ritorto su se stesso. questa procedura genera un tessuto molto resistente e duraturo nel tempo, oltre a conferire lucentezza e compattezza che agevola anche la stiratura.

Avreste mai pensato che il vostro Karategi Elegant o anche solo quello da allenamento e da bambini potesse avere una peculiarità così pregiata?

Sanforizzazione : il tessuto che non restringe

Un altro processo che è sempre stato vanto della nostra azienda è la Sanforizzazione dei nostri tessuti. E' un processo molto costoso, cui vengono sottoposti tutti i nostri tessuti, per il quale è scongiurato il restringimento! Si può solo apprezzare un assestamento della fibra intorno all'1% ai primissimi lavaggi ma questo deriva proprio dalla componente naturale delle fibre che vivono, come si dice in gergo, e si sistemano. Come avviene? E' tutto naturale, i tessuti vengono già lavati, prima di essere apprettati e prepararti in rotoli.

Quindi ve lo abbiamo già ristretto prima di farci il vostro karategi, non è fantastico?

Questo consente, tutti lo sanno, di poter scegliere la taglia giusta del tuo karategi basandoti sulla nostra tabella di altezza, senza dover prendere una taglia in più che poi si restringerà nel tempo.

Soprattutto nelle taglie per bambini questo è un grosso cruccio dei genitori che si ritrovano divise enormi che sembrano accappatoi nei primi tempi e vestitini striminziti dopo un po' di tempo.

Una classe di bambini e ragazzi vestiti con kartegi Ko Italia presenta una fila del saluto ordinata ed equilibrata e questo, in una arte marziale che si basa sui principi di Keiko e Renshu, cioè lo sviluppo di armonia e allineamneto, non è un elemento secondario. Abbiamo scritto un bel articolo su questo argomento che vi invitiamo a leggere.

Smerigliatura: morbIdezza sulla pelle garantita

Abbiamo ancora da svelarvi un altro processo cui sottoponiamo i nostri tessuti più pregiati, per esempio quello dell'Elegant Kata e Kumite, la smerigliatura.

E' un procedimento anche questo totalmente naturale e straordinario, per il quale il tessuto viene letteralmente maltrattato. La procedura più affascinante è quella del vecchio lavaggio con le pietre per ottenere un tessuto morbido. Dopo il primo lavaggio in cui laverete via la patina di appretto, il karategi si adatterà in breve alle forme del vostro corpo diventando il VOSTRO karategi, unico, cui resterete affezionati per sempre. 

Microfibra: Ko Italia ha portato la più importante rivoluzione nei Karategi moderni da kumite

Nello Maestri wins European Championships Istanbul 2015Oggi la maggiorparte dei karategi da kumite sono fatti con alta percentuale di fibre sintetiche, i più pregiati in microficbra, un tessuto in polyester in cui, come dice le parola stessa, i fili sono costituiti da micro fibre tessute fra loro. Questo conferisce al tessuto un peso leggerissimo mai raggiunto prima.

Forse non tutti ricordano, che questa è stata una idea fortemente studiata, voluta e progettata dal Maestro Malleo che intorno al 2010 ha realizzato Skin, il Karategi del Futuro

Skin è stato il primo karategi della storia in microfibra, lo abbiamo subito fatto testare dai nostri super Campioni, da Stefano Maniscalco, da Nello Maestri che ci ha vinto il suo Europeo di Istanbul, da tutti i ragazzi della nazionale Italiana kumite che hanno vinto i mondiali di Parigi, Bremen e Linz. Sì, proprio tutti loro hanno vinto con Skin e molti altri atleti internazionali tra cui la fortissima nazionale turca che ha sempre apprezzato e voluto i nostri prodotti.  

Skin è stata un avera rivoluzione, ultra leggero, traspirante, brillante, facile da lavare e asciugare, sempre pronto senza stiratura. Questo Karategi diventa una seconda pelle, come il suo stesso nome vuole lasciar intendere: Skin, l'originale, è solo Ko Italia è stato subito copiato da tutte le aziende che commercilaizzano karategi nel mondo, dimostrandone l'intuizione formidabile e vincente. Ma questo è normale, un giorno scriveremo un articolo di questo blog in cui vi racconteremo, per vostra curiosità, tutte le cose che ha inventato Ko Italia e che sono state subito copiate da tutte le aziende commerciali e brand, e scoprirete che si parla di tutto quello che è nel vostro borsone e non solo! 

Skin ha avuto anche una sua evoluzione, una vera chicca, che si chiama Slim, un kartegi unico, in cui l'eleganza diventa marziale. Slim infatti, grazie ad una microfibra che contiene una piccola percentuale di elastane, ci ha permesso di progettare un modello da kumite dalla vestibilità più aderente ed elegante, senza rinunciare alla comodità di un tessuto leggero che accompagna e asseconda i movimenti del corpo in tutte le direzioni e a 360 gradi, di gambe e braccia. Vi invitiamo a scoprirlo perchè potrebbe diventare uno dei vostri preferiti.

Conclusioni

Adesso abbiamo svelato troppi segreti sui nostri tessuti, punto forte insieme al design e alla mano attenta delle nostre sarte di Ko Italia.

Tutto questo rappresenta la vera essenza della nostra azienda da 40 anni sul mercato internazionale. Vi ricordiamo che i Karategi Ko Italia sono Wkf Approved e questo, oltre a certificarne la più alta qualità, garantisce l'idoneità dei nostri karategi a tutte le competizioni ufficiali Fijlkam e Wkf, dal Campionato Italiano al Campionato Europeo e Mondiale, passando per Serie A e Youth League del circuito Karate 1 WKF. E' importante ricordarlo perchè a volte si crea un po' di confusione nella interpretazione dei bollettini di gara.  

 

Ultime dal Blog